La Grecia verso la neutralità carbonica: ecco l’impianto fotovoltaico a pannelli bifacciali più grande d’Europa

La Grecia verso la neutralità carbonica: ecco l’impianto fotovoltaico a pannelli bifacciali più grande d’Europa

Lo stato ellenico ha iniziato ad investire nelle rinnovabili nel 2008 e ora dispone di 100MWp prodotti unicamente dal Sole, che la portano vicina al rendersi indipendente dal fossiledi Giulia Favetti pubblicata il 14 Ottobre 2022, alle 14:28 nel canale ENERGIE RINNOVABILI

Ieri abbiamo parlato dell’importante traguardo raggiunto dalla Grecia nel settore energetico; la nazione mediterranea è stata in grado, per la prima volta, di soddisfare interamente la domanda di elettricità sfruttando le fonti rinnovabili per cinque ore e per i prossimi anni ha intenzione di investire 30 miliardi di euro, ricavati sia da fondi europei che da iniziative private, per potenziare la propria rete elettrica e aumentare il contributo delle fonti rinnovabili a più del doppio della quota attuale, portandola al 70% del suo mix energetico entro il 2030; numeri alla mano, lo stato europeo passerebbe dagli attuali 10 GWh a 25 GWh prodotti da sole e vento.

La nazione ellenica ha iniziato a costruire parchi fotovoltaici nel 2008 che ad oggi hanno raggiunto una capacità produttiva di 100MWp: fra tutti gli impianti greci, spicca quello sito nella regione settentrionale di Kozani, all’epoca famosa per l’estrazione del carbone, attualmente l’impianto fotovoltaico con moduli bifacciali più grande d’Europa.

Un modulo solare bifacciale è caratterizzato da due facce esposte al sole e può raggiungere un rendimento elettrico pari al 50%, anche in situazioni di basso irraggiamento solare.

bifacial solar panels

La realizzazione del progetto è stata affidata alla greca Juwi Hellas – azienda leader nel settore con all’attivo più di 1600 progetti sparsi in tutto il mondo, per un totale di 2,2 GWp – nell’estate 2021 ed è terminata questa primavera: gli oltre 500.000 pannelli bifacciali sono stati forniti dalla cinese Jinko Solar Holding e coprono un’area di 450 ettari, divisa in 18 siti. L’impianto è in grado di generare 320 milioni di kWh all’anno, fornendo elettricità a oltre 75.000 famiglie e tagliando di 300 tonnellate le emissioni di CO2 dello stato greco.

I lavori sono stati registrati e documentati in un video, che potete vedere qui sotto:

https://www.youtube.com/embed/F757xfn-OGM