Categoria: Politiche

La manovra Meloni e la guerra ai poveri (nel solco di Draghi)

Mercoledi 23 novembre il governo Meloni ha rilasciato il testo di legge della manovra finanziaria del 2023. Tale manovra dovrà essere approvata dalle due camere entro il 31 dicembre, una scadenza prorogata e straordinaria legata alle inusuali elezioni autunnali. In merito al contenuto l’interpretazione è abbastanza semplice e non serba novità: non c’è nessun provvedimento volto a migliorare le condizioni

GKN: “7 novembre, dalle h 8.00 chi può, qua. A sentire che rumore fa la dignità”

L’assemblea dei lavoratori invita tutte le realtà sociali, sindacali e politiche solidali alla lotta Gkn ad essere presenti, nelle forme e modi possibili, lunedì 7 novembre a partire dalle h 8.00 di mattina di fronte allo stabilimento Gkn, via Fratelli Cervi 1, Campi Bisenzio. Invitiamo la nostra famiglia allargata, realtà sociali, sindacali e personalità solidali, lavoratrici, lavoratori, scuole, università, artisti,

Milano: occupazione contro il 41 bis

Gli anarchici hanno occupato una gru accanto alla Scala Il blitz degli attivisti di Galipettes Un lungo striscione e due persone “in azione”. Blitz degli attivisti del centro sociale “Galipettes occupato” domenica mattina in pieno centro a Milano, dove è stata occupata la gru accanto al teatro alla Scala. I manifestanti hanno esposto uno striscione nero con la scritta “41

La mano illiberale che ha scritto il decreto contro le feste popolari autogestite

E se chiamiamo i “rave party” “feste popolari autogestite e gratuite” o “moderni riti collettivi”, come molti etnografi consigliano? Ecco che lo scenario cambia e l’idea di intervenire sul codice penale per impedirli appare sotto altra luce. Quella di chi non sopporta le libere scelte altrui. Il commento di Lorenzo Guadagnucci Le parole -specie se poco conosciute- a volte confondono

Spezzeremo le reni ai raver! Quando lo sfoggio di muscoli è un’arma di distrazione di massa

Uno pensa che al primo Consiglio dei Ministri, mentre c’è la crisi economica, il caro bollette, la guerra, la crisi energetica, se hanno discusso di giustizia sarà stato per inserire delle norme fondamentali.Chissà…si saranno occupati degli infortuni sul lavoro, delle morti bianche, dello smaltimento illegale dei rifiuti, dei reati ambientali… E invece si sono occupati dei rave!Come se la priorità

La norma anti-rave non è altro che l’ennesimo attacco al dissenso sociale

Il decreto legge del Governo Meloni non riguarda solo i rave-party, ma tra le casistiche che potrebbero rientrare al suo interno vi sono anche molte pratiche che fanno parte della storia della protesta e del dissenso sociale nel nostro paese, dalle occupazioni delle università e delle scuole, alle manifestazioni non autorizzate. Il meccanismo è sempre lo stesso, viene mediatizzato un

Prove inconsistenti, processo controverso, continui rinvii per errori dell’accusa: interrompere subito la persecuzione giudiziaria per chi salva vite in mare.

Tra il 2016 e il 2017 la nave di salvataggio Iuventa ha fatto parte della flotta civile. Si è trattato di un intervento politico concreto in risposta alla politica migratoria dell’UE che ha lasciato annegare in mare decine di migliaia di persone. La reazione dello Stato Italiano per il contributo della Iuventa nel salvare oltre 14.000 persone dall’annegamento nel Mediterraneo

Maledetti poveri, maledetto reddito

di Antonio Sanguinetti Da settimane non si parla d’altro che di reddito di cittadinanza. È stato l’argomento più evocato nell’ultima campagna elettorale, mentre le retoriche contro i poveri si arricchiscono di venature razziste e antimeridionali Da settimane non si parla d’altro che di Reddito di Cittadinanza. È stato l’argomento più evocato nell’ultima campagna elettorale: la destra e i liberisti di Calenda